Quirinarie a perdere

Marco Bracconi
(19/01/2015)

Fossi Casaleggio il prossimo 29 gennaio direi a miei di votare compatti Prodi dal primo scrutinio, poi aspetterei che i voti per il Professore crescano con il secondo e il terzo scrutinio, quindi mi siederei sulla riva del fiume ad aspettare la mossa di Renzi, che a quel punto solo due cose potrebbe fare, dire no al fondatore dell’Ulivo dilaniando il suo partito oppure dire anche lui sì a Prodi, e allora in questo caso (sempre fossi Casaleggio) al quarto scrutinio gli farei mancare i voti nel segreto dell’urna accusando poi i democratici di aver bruciato Romano per due volte di fila.

Poi, con un Renzi indebolito, un Patto del Nazareno mezzo crocifisso e un partito democratico in pieno psicodramma farei un nome ragionevole – non la Gabanelli o Dario Fo, per intenderci – e proverei a metterlo sul Colle, questo nome ragionevole.

Non è detto che funzioni, ma insomma ci potrebbero provare.

Ma si sa, questa è vecchia, brutta, sporca e cattiva politica. Meglio fare le quirinarie da 40mila voti e certificare, oltre ai propri iscritti, la propria sempiterna irrilevanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...